L’insicurezza di una vita si puo’ trasformare in amore per l’eternità.

Ci sono tanti elementi che influiscono sulla nostra autostima: il valore che impariamo a dare ai commenti degli altri, il modo in cui i nostri genitori vedevano il loro corpo, gli amici che abbiamo incontrato o voluto durante il nostro cammino, gli uomini o donne che abbiamo amato o che non ci hanno voluto amare.
Faccio questa riflessione perché sono sempre stata morbidosa nella mia vita e anche se non ho mai subito alcun attacco diretto mi sono sempre vista obesa: 69/80/100 kili, la bilancia è sempre stata un incubo ma non aveva alcuna importanza il numero scritto sopra. 

Mi mettevo davanti allo specchio e… 

“Specchio specchio delle mie brame chi è la piu’ bella del reame?”

“Fossi magra saresti tu” diceva quel bastardaccio di uno specchio.

E allora pianti, lacrime, vestiti larghi, niente jeans, no alle scollature e via di paranoie, autoinsulto a manetta, non mi vorrà mai nessuno, moriro’ grassa, prurito, vomito e disagio tanto disagio.

Poi sono rimasta incinta… e nonostante sia la gioia piu’ grande della mia esistenza sono arrivata addirittura a colpevolizzare lui per quei 20 kili che si sono affezionati a me. Non voglio aprire il capitolo di come e perché io sia riuscita ad ingrassare cosi tanto o sul come si faccia a perderli perché sparerei un mucchio di ovvietà, ma vorrei farvi comprendere come oggi quello specchio abbia completamente cambiato risposta:

“Nel tuo reame sei tu la piu’ bella, la piu’ sexy, la piu’ simpatica e l’unica persona al mondo con cui devi fare i conti. Sei la regina del tuo mondo e nulla e nessuno potrà mai cambiare questa cosa”

Anticipo una cosa per i bontemponi che si apprestino a commentare in modo ridicolo la questione: non è che una donna è grassa e ci vuole rimanere, probabilmente l’80% è a dieta perenne ma la questione qui è piu’ profonda e si chiama AMORE.

Tutto è partito da un casting, un post e un “potrebbe essere divertente”. Tutto è partito da un gruppo di ragazze che provano ad attuare ogni giorno la loro personale CURVY RELOVETION! Ma il punto non è che ora ho all’attivo 2 sfilate e mi sto divertendo con il mio corpo, il punto della questione è che oggi MI AMO

MI AMO perchè sono io, a prescindere dal corpo che decido di costruirmi e di portarmi dietro. 
Sulle pieghe di ogni mio difetto ci sono scritte frasi, esperienze, c’è una vita vissuta a pieno e con la voglia di ridere, di essere felici, c’è una vita di lotte e malumori, una vita di piccole vittorie e di grandi sconfitte. 

Nelle mie articolazioni imperfette c’è lo sport che ho tanto amato.

In ogni mia smagliatura c’è una battaglia con me stessa e verso il mondo che mi ha permesso di arrivare dove sono ora.

Nella mia panzotta morbida è cresciuta una vita!

E se da oggi ognuna di voi (magra, grassa, alta, bassa) provasse ogni giorno a vedere e costruire la propria storia sul proprio corpo? E se provaste da ADESSO a sentire profondamente quanti successi o quante esperienze vi portate dietro, quanto il vostro corpo ha da raccontarvi?

Questo non vuol dire smettere di lottare per stare sempre meglio con se stessi ma vuol dire amarsi a prescindere perché ogni storia bella o brutta ha meritato di essere vissuta con quel corpo e perché la vita ci mette davanti ogni giorno a nuove avventure che possiamo cogliere e vivere solo se amiamo cio’ che siamo.

Viviamo ogni giorno con serenità la nostra Curvy RELOVETION e amiamoci a prescindere per TUTTA L’ETERNITA’!
Sandra 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...